sindaco

Mi ricandido a sindaco

Postato il Aggiornato il

Cinque anni fa, a chi mi chiedeva di spiegare la scelta di candidarmi, io rispondevo che lo facevo per amore. Per amore della mia città. Oggi, cinque anni dopo sono più che mai convinto che questo amore sia ben riposto. Piazza Libertà, il fontanile Giardino, la Chiesa Vecchia, i platani di via Garibaldi: Cornaredo significa casa, per me, e sono davvero orgoglioso di aver avuto il privilegio di amministrarla.
Sono stati cinque anni di entusiasmo, di fatica, di confronto, di arrabbiature e di sorrisi. Fare il sindaco è un’esperienza incredibile: ci sono giorni in cui credi che tutto sia possibile e giorni in cui stringi i pugni per non farti prendere dallo sconforto. Ogni singola ora che ho passato in Comune, però, mi ha dato la certezza che stavo lavorando per il più nobile degli obiettivi: migliorare la vita di tutti i miei concittadini. La certezza che l’impegno che ci stavo mettendo sarebbe servito a portare a termine quei progetti che, oggi posso dirlo, hanno fatto crescere Cornaredo.
1889029_540967372702049_1489069148146898249_o
Nessuno ci ha regalato la bacchetta magica, certo, ma credo che insieme ai miei compagni di viaggio, lavorando come una squadra, abbiamo ottenuto risultati importanti. Ne cito tre su tutti: l’inaugurazione dell’Istituto Alberghiero Olmo, che abbiamo recuperato e che oggi è una eccellenza del nostro territorio; la pista di atletica, che abbiamo riqualificato completamente dopo anni di abbandono; gli investimenti dedicati alla ristrutturazione e all’ammodernamento dei nostri edifici scolastici.
Accanto ai risultati già raggiunti, poi, ci sono altre cose che vedrete nei prossimi mesi: la posa della prima pietra della RSA, il completo rinnovamento dell’illuminazione pubblica attraverso l’installazione di luci a led, la casa dell’acqua di San Pietro all’Olmo, la riqualificazione del cortile della scuola elementare di via IV Novembre e la costruzione di una nuova struttura polifunzionale al Centro Sportivo.
Se sono fiero di quanto fatto, sono anche consapevole che molto resta ancora da fare. Il lavoro non è finito. È tempo adesso di guardare avanti. Alle sfide che ci aspettano. Tanti di voi me l’hanno confermato. Amici, conoscenti, cornaredesi di lungo corso e nuovi concittadini. Abbiamo il dovere di pensare al futuro.
Abbiamo il dovere di occuparci con ancora maggiore determinazione di chi è in difficoltà, di chi ha perso il lavoro. Di chi è fragile.
Abbiamo il dovere di recuperare le aree industriali abbandonate, a partire da Villa Dubini, dal bene confiscato di via Vanzago e dall’area dell’ex ICOMA.
Abbiamo il dovere di affrontare con estrema serietà la questione sicurezza, perché la serenità dei cornaredesi sta a cuore a tutti noi e sta a noi tutelarla attraverso l’installazione di nuove telecamere e una più stretta collaborazione con le forze dell’ordine.
Abbiamo il dovere di incentivare e agevolare chi investe e porta lavoro nel nostro territorio: Cornaredo deve diventare sempre più attrattiva per le imprese ed è giunto il momento che anche a Milano lo riconoscano.
È tempo di decidere, mi avete detto. Io ho deciso, mi impegno. Avrò di nuovo bisogno dell’aiuto di tutti voi, delle vostre energie, della vostra fiducia!
Perché domani è tempo di Cornaredo.

La nuova amministrazione del Comune di Cornaredo

Postato il Aggiornato il

10387162_10203516956712170_3009188473080076949_o

Ecco la nuova giunta del Comune di Cornaredo:

YURI SANTAGOSTINO (PD), Sindaco, Assessore a Sport, Urbanistica, Personale, Ambiente, Partecipate e Servizi Demografici;

MARIA CATERINA (MARY) VONO (PD), Vicesindaco, Assessore a Bilancio, Lavoro, Trasporto, Commercio;

DANIELA CALVANESE (PD), Assessore a Politiche Sociali, Casa, Politiche Solidali, Famiglia, Pari Opportunità;

EMANUELE CONTU (PD), Assessore a Istruzione, Tempo Libero, Protezione Civile, Biblioteche, Comunicazione;

GIACOMO MANFREDI (SINISTRA PER CORNAREDO), Assessore a Cultura, Politiche Giovanili, Legalità, Pace, Partecipazione e Integrazione;

CARLO MEREGALLI (PD), Assessore a Opere Pubbliche, Viabilità, Verde e Arredo Urbano, Energia, Sicurezza.

Per quanto riguarda il consiglio comunale, tutti i 10 consiglieri comunali di maggioranza appartengono al gruppo consiliare del Partito Democratico. Ecco la composizione:

SUSANNA DAMETTI (Presidente del Consiglio Comunale)PAOLO TUA (Capogruppo)FRANCESCO CAROCCIA, VINCENZO BONGIORNO, SABRINA ZANCONI, FLAVIO GHEZZI, MARIELLA SFERRUZZA, MIRKO GELSOMINI, LIA GRILLI, PAOLO BUGEIA.

Appuntamento a LUNEDI 16 GIUGNO alle 21 presso l’AUDITORIUM del Palazzo La Filanda per il primo consiglio comunale della nuova amministrazione, con la convalida degli eletti. PENSIAMO AL FUTURO!

 

Pedaliamo verso il futuro: il video

Video Postato il

Grazie a Luigi Sambruna, il video della biciclettata di oggi attraverso le strade e i parchi di Cornaredo, San Pietro all’Olmo e Cascina Croce. Una carovana allegra e colorata di quasi cento biciclette che ha attraversato il nostro territorio con una gran voglia di pensare al futuro.

Expo: per sei mesi al centro del mondo

Postato il

imagesCA8N2KG0

Manca un anno esatto all’inizio di Expo e in questi giorni i giornali riportano l’elenco delle opere mancanti. L’interrogativo è se saranno terminate o meno in un anno.

Expo però non è un evento che porta con sé soltanto un carico di infrastrutture o che può essere declinato interrogandosi unicamente, anche se legittimamente, su quale sarà il futuro di quelle aree al termine della manifestazione. Expo sarà per sei mesi il centro del mondo e il nostro Comune ha la fortuna di trovarsi a pochi chilometri dal sito, sta ai nostri amministratori trasformare questo evento in una opportunità per il territorio.

Perché il bivio cui ci troviamo di fronte è questo: impegnarci per coinvolgere su diversi livelli il nostro Comune e i nostri cittadini all’interno della manifestazione oppure comportarci come se nulla fosse e come se accanto a noi non dovessero passare nell’arco di sei mesi 20 milioni di persone, di cui 6 milioni dall’estero.

Io vorrei che Cornaredo prendesse la prima strada. Il tema di Expo, “Nutrire il pianeta”, è tanto universale quanto vicino ad ognuno di noi e si sposa perfettamente con la vocazione agricola che rappresenta la storia del nostro territorio. Dovremo coinvolgere il mondo della scuola e tutte le associazioni che hanno a cuore il tema della sostenibilità, per spiegare ai nostri ragazzi come il nostro modo di nutrirsi sia cambiato, ma anche come oggi parte della popolazione mondiale abbia difficoltà nell’avere un’alimentazione corretta.

Poi ci sono le eccellenze del nostro territorio, che vanno fatte conoscere, perché nessun altro Comune può vantare la ghiacciaia di via Monzoro, la Chiesa Vecchia o la fortuna di essere immerso nel Parco Agricolo Sud Milano. Andranno studiati percorsi culturali sovra comunali, pacchetti turistici da offrire agli utenti stranieri di Expo, coinvolgendo le nostre agenzie di viaggi, ma anche a coloro che provenendo da luoghi lontani del nostro Paese non conoscono le nostre realtà.

Non sarà facile, ma nessuna sfida di questa portata lo è. Bisognerà cominciare a rimboccarsi le maniche sin da giugno e recuperare il tempo perso per trasformare l’opportunità di Expo in un successo.

Il programma per Cornaredo

Postato il

5maggioquadratoIl 5 maggio, alle 21.00, Pensiamo al futuro. Il programma per Cornaredo.

Yuri Santagostino e i candidati consiglieri presentano le idee e le proposte del centrosinistra per Cornaredo. Un occasione per discutere insieme del futuro prossimo della nostra città.

Appuntamento alla sala mostre della Filanda, in piazza Libertà a Cornaredo.

Trovate qui l’evento Facebook.