partecipazione

Bilancio partecipativo: chiusa la prima fase, pronti per la seconda

Postato il

La prima fase del bilancio partecipativo ha avuto un successo straordinario: 2.700 questionari raccolti in formato cartaceo o telematico. Quasi un centinaio di proposte suddivise sulle tre aree tematiche: lavori pubblici e ambiente, cultura e sport, sociale.
In questi giorni ogni ufficio sta valutando la fattibilità tecnica dei cinque progetti per ogni area per cui sono stati ricevuti più questionari e una volta superato il vaglio di fattibilità vi saranno cinque progetti per ogni ambito tra cui scegliere nella giornata della partecipazione aperta a tutti i cittadini.
Prima di quel giorno ci saranno momenti in cui verrà data la possibilità alle proposte che hanno avuto accesso alla seconda fase di essere presentate al pubblico in modo che i cittadini si potranno informare sui progetti da votare.
Anche se siamo al termine della prima fase è giusto ringraziare tutti coloro che si sono fatti coinvolgere in questo progetto: scuole, associazioni, società sportive, gruppi non organizzati ma che hanno condiviso lo stesso progetto e soprattutto chi ha avanzato la propria proposta per fare una segnalazione, stimolare e sensibilizzare l’amministrazione su di una proposta o evidenziare una criticità. In termini assoluti le proposte singole superano quelle condivise e nascondono aspetti mai considerati ma che è giusto approfondire o iniziative su cui ci stiamo già impegnando. Un esempio su tutti è il passaggio di tutta l’illuminazione pubblica alla tecnologia led, richiesta da molti dei cittadini che hanno presentato il questionario e sui cui stiamo lavorando per uscire con l’appalto entro l’anno.
Queste settimane serviranno anche a questo: raccontare quello che stiamo facendo e quello su cui stiamo lavorando.

Pensiamoci insieme, il bilancio partecipativo del Comune di Cornaredo

Postato il Aggiornato il

Molto spesso qualche cittadino mi scrive o mi racconta di un proprio progetto, un’idea, anche semplice, che migliorerebbe la vita del proprio quartiere o sarebbe in grado di rispondere a una esigenza di un certo numero di persone del nostro Comune. Bene, è arrivato il momento in cui questi progetti possono trasformarsi in proposte concrete ed essere realizzati.

Come fare? Con il bilancio partecipativo.
Il bilancio partecipativo é uno strumento che vogliamo utilizzare per coinvolgere i cittadini nelle decisioni che competono a una amministrazione comunale, assumendosi la responsabilità non solo della proposta ma diventando protagonisti della fase decisionale.

Cosa si può proporre? Progetti, iniziative e interventi di competenza del Comune, che possono essere realizzati con il budget a disposizione per ciascun tema chiave:

  • CULTURA, SPORT E GIOVANI: 30.000 €
  • FAMIGLIA E SOLIDARIETÀ: 50.000 €
  • AMBIENTE, RISPARMIO ENERGETICO E CURA DELLA CITTÀ: 100.000 €

Ogni partecipante può presentare al massimo 1 proposta.

Come funziona? Il percorso di coinvolgimento prevede tre fasi.

RACCOLTA DELLE PROPOSTE (ottobre-novembre)

Ciascuno può proporre un’idea o un progetto su uno dei 3 temi chiave tramite il questionario che arriverà a casa e che sarà disponibile anche online. I cittadini possono presentare una proposta individuale oppure condivisa insieme ad amici, compagni, colleghi, in famiglia o con il proprio gruppo/organizzazione di riferimento. Le proposte condivise, presenti in più questionari, avranno maggiori possibilità di arrivare alla votazione finale.

Un esempio: se un’associazione, una scuola o un condominio decide di presentare una proposta condivisa, ogni membro del gruppo compila individualmente il questionario riportando la proposta decisa insieme, indicando il nome del gruppo di riferimento nell’apposito spazio e i contatti di un referente. Se i membri del gruppo sono 10, il Comune riceverà 10 questionari e la proposta condivisa conterà 10 preferenze.

Ogni partecipante può compilare un solo questionario e quindi presentare una sola proposta. I questionari potranno essere consegnati in uno dei punti di raccolta presenti in Città oppure scansionati e inviati tramite mail a bilanciopartecipativo@comune.cornaredo.mi.it. In alternativa i questionari possono essere compilati direttamente online su questo sito, entro e non oltre il 30 novembre.

VERIFICA DI FATTIBILITÀ E INDIVIDUAZIONE DELLE PROPOSTE FINALISTE (dicembre-gennaio)

Tra le proposte che superano la verifica di fattibilità tecnica ed economica, verranno selezionate, per ciascun tema, le 5 che hanno ottenuto più preferenze. Saranno presentate alla Città, direttamente dai cittadini che le hanno proposte, in una serata dedicata.

VOTO (febbraio-marzo)

In occasione della Giornata della Partecipazione, i cittadini potranno votare la proposta che preferiscono su ciascun tema, recandosi in uno dei seggi allestiti in Città. Le proposte vincitrici saranno finanziate fino al raggiungimento del relativo budget per un solo anno.

Il 13 ottobre alle 21 presso l’auditorium in Filanda ci sarà il primo incontro pubblico con i cittadini.

Programma in pillole #1: bilancio, trasparenza, partecipazione

Immagine Postato il Aggiornato il

Il bilancio comunale di Cornaredo, come quelli di molte amministrazioni, non vive una situazione semplice: le entrate diminuiscono anno dopo anno e occorre attivare meccanismi di verifica della spesa, trasparenza e partecipazione per garantire ai cittadini tutti i servizi fondamentali per una buona qualità della vita.

Come fare? Qualche spunto nelle prime due pillole di programma, mentre chi vuole approfondire trova qui il capitolo completo.

Programma in pillole 01 Bilancio

Programma in pillole 02 Bilancio