natale

Natale in città 2018

Postato il Aggiornato il

Arriva il Natale e quindi anche un sacco di iniziative collegate a questo gioioso evento. Si parte da questo sabato, 1 Dicembre, con un concerto in Chiesa parrocchiale a cura della Pro Loco e si proseguirà fino all’ultimo sabato prenatalizio con concerti in Chiesa Vecchia, Sala Amici della Musica e Auditorium comunale.
In biblioteca i bambini potranno ascoltare fiabe natalizie nei pomeriggi di mercoledì mentre sabato 15 e 22 ci saranno spettacoli natalizi. L’8 dicembre ci saranno i mercatini di Natale in via Garibaldi insieme con lo “sbaracco” dei commercianti mentre i mercatini natalizi replicheranno ancora nel parco di Piazza Libertà sabato 15 e domenica 16 dicembre e il week end successivo in Piazza della Chiesa. Il Villaggio di Babbo Natale aspetta invece tutti i bambini domenica 16 a Cornaredo e domenica 23 a San Pietro all’Olmo con gonfiabili, la casetta di Babbo Natale, spettacoli e la sua slitta!
Quest’anno, grazie alla Consulta del commercio, ci sarà anche il concorso delle vetrine. I negozi che partecipano all’iniziativa saranno distinti da un talloncino in vetrina e si potrà votare la vetrina più bella. Grazie alle associazioni che con le loro iniziative animano il mese di dicembre!
Qui il programma dettagliato.

 

Piccola riflessione su questi momenti

Postato il

Come ripeto spesso in queste settimane partecipando agli scambi di auguri delle associazioni del nostro territorio questa pausa natalizia arriva in un momento ideale per consentirci una riflessione con la mente più serena e riposata su quello che sta accadendo intorno a noi. Eventi come quelli drammatici di Parigi, l’avanzata dell’ISIS in Libia, la reazione dei paesi europei agli attacchi subiti nonostante siano lontani ci riguardano da vicino poiché incidono sulle nostre paure quotidiane.
In momenti come questo, senza la presunzione di poter incidere su ciò che avviene a un livello più in alto rispetto a noi, credo sia importante compiere una riflessione profonda sulle radici di questi mali e provare a comprendere i comportamenti della nostra società.

Comportamenti che dobbiamo imparare a leggere anche nella nostra comunità, nella quale invece abbiamo sicuramente possibilità di incidere. Molto c’è da fare anche nel nostro territorio per dare una risposta alle tante fragilità presenti. Penso alle fragilità più evidenti, quelle economiche, quelle sociali, ma anche a quelle che così evidenti non sono ma si portano dietro condizioni di grave disagio. Ecco, uno degli ambiti su cui lavorare è quello della genitorialità, un’educazione come insegnamento di dinamiche, atteggiamenti e strumenti per permettere alle famiglie di svolgere al meglio il ruolo fondamentale nella crescita dei ragazzi e dei cittadini di domani.

Per farlo l’Amministrazione comunale non potrà rimanere sola ma dovrà cercare la collaborazione dei diversi attori del territorio in modo da elaborare una strategia e delle risposte comuni. Un impegno e una sfida affascinanti per il bene comune, il bene di ogni persona per il bene di tutti.