elezioni comunali

Breve commento ai risultati del 26 maggio

Postato il Aggiornato il

Mi sono preso qualche settimana per ragionare a mente fredda sui risultati del 26 maggio. Un risultato straordinario che non ci aspettavamo fosse di queste dimensioni, un risultato però su cui abbiamo lavorato tanto e in tanti non solo negli ultimi mesi di campagna elettorale.
In primis un grazie, grazie a tutti i cornaredesi che il 26 maggio hanno partecipato alle elezioni esercitando un diritto democratico imprescindibile e straordinario: 11.754 votanti pari al 70% degli aventi diritto.
Sarò il sindaco di tutti, come fatto in questi cinque anni, di tutta la comunità. Indipendentemente dal credo politico e dalla fede calcistica, anche se su quest’ultimo farò un po’ più fatica.
Abbiamo fatto una campagna straordinaria grazie al lavoro dei candidati, delle tre liste che hanno sostenuto la mia candidatura e di tanti simpatizzanti che hanno dato una mano per organizzare gli incontri, i banchetti e i mercati. Una campagna, a differenza del centrodestra, in cui abbiamo raccontato le nostre idee e i nostri progetti per Cornaredo. Senza scappare da possibili confronti con gli altri candidati ma mettendoci la faccia, sempre e comunque. Subendo una campagna anche personale contro la mia persona a cui non ho mai reagito se non quando strettamente necessario e sentendo raccontare tante cose inesatte sul nostro Comune. Il primo Consiglio comunale è stato un prosieguo di questa campagna elettorale, ne sono contento perché evidentemente la scoppola è stata così grande che il centrodestra ancora non ci ha capito nulla.
Credo siano due i dati che più di tutti danno la misura di un successo straordinario: la mia candidatura ha ottenuto il 58,63% dei consensi e, nonostante la riduzione del numero dei votanti rispetto a cinque anni fa, 700 voti in più rispetto alle passate elezioni quando il centrosinistra, soprattutto il Partito democratico, era ai massimi storici a livello nazionale.
L’altro dato incredibile è che rispetto alle elezioni europee, tenutesi lo stesso giorno, 2.400 cittadini che hanno votato in Europa partiti di centrodestra o Movimento 5 Stelle (1.800 centrodestra e 600 Movimento 5 Stelle per l’esattezza) alle elezioni comunali hanno votato per la coalizione di centrosinistra.
Un risultato che riempie di orgoglio perché amministrare Cornaredo non è affatto facile, quando si amministra é necessario dire dei no e compiere scelte che scontentano sempre e per forza qualcuno. Per questo incrementare i voti rispetto a cinque anni fa è un riconoscimento del lavoro fatto in questi anni dagli uffici comunali, i partiti di maggioranza, gli amministratori e il sottoscritto.
E’ tempo di Cornaredo e anche, con la nuova Giunta, mettersi al lavoro!

È tempo di Cornaredo!

Postato il Aggiornato il

60942075_2147072885368963_3419702258709823488_o
Ci siamo!
Domenica dalle 7 alle 23 saremo chiamati alle urne per scegliere chi guiderà Cornaredo per i prossimi cinque anni. È venuto il tempo di decidere. È venuto il tempo di chiedersi qual è la Cornaredo nella quale desideriamo vivere. È venuto il tempo di scegliere le persone a cui dare la nostra fiducia.
Ci siamo presentati a questa sfida consapevoli del lavoro svolto in questi cinque anni, orgogliosi di ciò che abbiamo fatto ma anche coscienti dei nostri errori e di quanto ancora ci sia da fare.
Ho presentato un programma chiaro, che volevo rappresentasse i valori in cui la coalizione si riconosce e permettesse davvero al nostro territorio di crescere, senza promesse irrealizzabili o insostenibili. Un programma concreto che ruota intorno a tre temi fondamentali: la rigenerazione urbana, le politiche sociali e la sostenibilità ambientale. Gli impegni presi sono tangibili e misurabili, e si basano tanto sull’esperienza accumulata in questi anni quanto sulla conoscenza della nostra comunità. Qualcuno ha detto che è un rischio scrivere i propri impegni nero su bianco ma ho voluto essere concreto e raccontare con puntualità le nostre proposte.
È stata una campagna davvero bella. I nostri volontari e i nostri candidati sono stati straordinari, in un momento in cui non è facile spendersi e mettersi a disposizione della nostra comunità. Una campagna dove in alcuni momenti i toni si sono accesi ma in cui abbiamo sempre voluto raccontare prima di tutto le nostre idee. 
Il nostro programma è stato costruito insieme alle persone, perché crediamo che la condivisione delle idee e delle opinioni sia un’opportunità di crescita per tutti. Sono state settimane intense e produttive, ricche di incontri e di confronti. Abbiamo parlato e ascoltato. Abbiamo raccontato, da cornaredesi, come immaginiamo la nostra città del futuro.
Abbiamo detto che è tempo di Cornaredo e oggi ne siamo più che mai convinti.
Domenica ogni voto sarà importante. Abbiamo bisogno del vostro supporto e della vostra fiducia. Domenica #ètempodicornaredo!

Insieme cambieremo Cornaredo, e sarà bellissimo.

Postato il Aggiornato il

10426636_10203393071379272_9127063014662951913_n

Gli ultimi giorni sono stati un turbine di emozioni, ed è molto difficile descriverle tutte. Abbiamo ottenuto un risultato straordinario e commovente. Mi piacerebbe ringraziare personalmente ogni singolo cittadino per la fiducia.

Essere il sindaco del luogo che si ama è un sogno. Di questa campagna elettorale conserverò sempre il ricordo dell’enorme affetto che mi hanno rivolto tutte le persone che ho incontrato. Questo, i 5.972 voti di domenica e le tante richieste di amicizia di giovani cornaredesi (vedete che si accorgono di ciò che cambia nel mondo che li circonda) mi danno davvero tanta forza per il nuovo incarico.

Adesso non lasciatemi solo: come ho ripetuto spesso durante la campagna elettorale, la mia forza siete voi. Vi chiedo di restarmi vicino, di consigliarmi e  criticarmi, se serve. Cornaredo la cambieremo insieme, e sarà bellissimo. PENSIAMO AL FUTURO!