Diario della campagna

Pensiamo al futuro, con onestà e trasparenza

Postato il Aggiornato il

Riparte-il-Futuro

Onestà. Sin da quando abbiamo cominciato la nostra campagna, ormai molti mesi fa, la prima delle tante richieste che mi vengono avanzate più spesso non riguardano il lavoro, le buche delle strade, il traffico o il servizio ma è tanto più semplice quanto profonda: mi si chiede di svolgere il ruolo di primo cittadino con onestà.

Io ovviamente la garantisco sempre ai miei interlocutori. In questa campagna elettorale mi prendo un impegno in più: ho scelto di aderire alla campagna “Riparte il futuro“.

Un impegno che vale per tre: innanzitutto ho inserito sul sito il mio cv, la mia ultima dichiarazione dei redditi e le mie proprietà (che non sono poi tante), mi sono impegnato ad adottare una delibera contro la corruzione entro 100 giorni e di attuarne le prescrizioni entro 200 giorni.

Cosa prevede la delibera? La pubblicazione online e diffusione dell’anagrafe di tutti gli eletti, informazione semplificata sui bilanci del comune, fornendo dati dettagliati su partecipate ed enti simili, adozione della Carta di Pisa, creazione di una tavola pubblica per la trasparenza e trasparenza sulla gestione dei beni confiscati.

Puoi consultare la mia scheda sul sito della campagna “Riparte il futuro” seguendo questo link: http://www.riparteilfuturo.it/elezioni-2014/comunali/yuri-santagostino/

riparte il futuro

Pedaliamo verso il futuro: il video

Video Postato il

Grazie a Luigi Sambruna, il video della biciclettata di oggi attraverso le strade e i parchi di Cornaredo, San Pietro all’Olmo e Cascina Croce. Una carovana allegra e colorata di quasi cento biciclette che ha attraversato il nostro territorio con una gran voglia di pensare al futuro.

Pensiamo al futuro: il programma per San Pietro all’Olmo

Postato il Aggiornato il

10307425_622425701167030_6770707257617861782_nDopo la bella serata del 5 maggio, in cui abbiamo presentato il programma e la coalizione a Cornaredo, e la biciclettata dell’11 maggio, il nostro tour continua. Appuntamento per giovedi 15 maggio alle 21 nella splendida cornice di Piazza della Chiesa Vecchia, dove presenteremo le nostre proposte per San Pietro all’Olmo.  In caso di pioggia l’iniziativa è spostata presso la Sala Alda Merini di Via Volta 7.

Per una mobilità dolce e sostenibile.

Postato il Aggiornato il

bici-citta

Chi pedala cambia il mondo dolcemente. È questo il primo “comandamento” del Cyclopride che si svolgerà l’11 maggio a Milano e Palermo. Cornaredo non ha ancora pensato di organizzare una manifestazione del genere e noi allora vi invitiamo alla biciclettata “Pedaliamo verso il futuro“: il ritrovo è alle 14.30 in Piazza Libertà e attraverseremo i nostri parchi, San Pietro all’Olmo e Cascina Croce per poi ritornare in Piazza Libertà per le 17.00.

Lo sviluppo di una mobilità dolce e di una coscienza legata al tema della sostenibilità sarà una priorità della nostra amministrazione. Vi saranno progetti specifici per le scuole e i giovani, e con i Piani di riqualificazione delle aree verdi costruiremo una Cornaredo “a misura di bicicletta“, fornendo tutti i luoghi pubblici di rastrelliere e investendo in piste ciclabili di collegamento con i comuni limitrofi e i luoghi più frequentati del nostro paese.

Pedaliamo verso il futuro

Postato il Aggiornato il

10255612_10203255398333374_2549606270953667386_nUna bella biciclettata tra le vie di Cornaredo, San Pietro all’Olmo e Cascina Croce. Sono invitati tutti: grandi e piccini. Appuntamento per domenica 11 maggio: partenza alle 15 dal parco di Piazza Libertà. Vi aspettiamo numerosi!

Expo: per sei mesi al centro del mondo

Postato il

imagesCA8N2KG0

Manca un anno esatto all’inizio di Expo e in questi giorni i giornali riportano l’elenco delle opere mancanti. L’interrogativo è se saranno terminate o meno in un anno.

Expo però non è un evento che porta con sé soltanto un carico di infrastrutture o che può essere declinato interrogandosi unicamente, anche se legittimamente, su quale sarà il futuro di quelle aree al termine della manifestazione. Expo sarà per sei mesi il centro del mondo e il nostro Comune ha la fortuna di trovarsi a pochi chilometri dal sito, sta ai nostri amministratori trasformare questo evento in una opportunità per il territorio.

Perché il bivio cui ci troviamo di fronte è questo: impegnarci per coinvolgere su diversi livelli il nostro Comune e i nostri cittadini all’interno della manifestazione oppure comportarci come se nulla fosse e come se accanto a noi non dovessero passare nell’arco di sei mesi 20 milioni di persone, di cui 6 milioni dall’estero.

Io vorrei che Cornaredo prendesse la prima strada. Il tema di Expo, “Nutrire il pianeta”, è tanto universale quanto vicino ad ognuno di noi e si sposa perfettamente con la vocazione agricola che rappresenta la storia del nostro territorio. Dovremo coinvolgere il mondo della scuola e tutte le associazioni che hanno a cuore il tema della sostenibilità, per spiegare ai nostri ragazzi come il nostro modo di nutrirsi sia cambiato, ma anche come oggi parte della popolazione mondiale abbia difficoltà nell’avere un’alimentazione corretta.

Poi ci sono le eccellenze del nostro territorio, che vanno fatte conoscere, perché nessun altro Comune può vantare la ghiacciaia di via Monzoro, la Chiesa Vecchia o la fortuna di essere immerso nel Parco Agricolo Sud Milano. Andranno studiati percorsi culturali sovra comunali, pacchetti turistici da offrire agli utenti stranieri di Expo, coinvolgendo le nostre agenzie di viaggi, ma anche a coloro che provenendo da luoghi lontani del nostro Paese non conoscono le nostre realtà.

Non sarà facile, ma nessuna sfida di questa portata lo è. Bisognerà cominciare a rimboccarsi le maniche sin da giugno e recuperare il tempo perso per trasformare l’opportunità di Expo in un successo.

Il programma per Cornaredo

Postato il

5maggioquadratoIl 5 maggio, alle 21.00, Pensiamo al futuro. Il programma per Cornaredo.

Yuri Santagostino e i candidati consiglieri presentano le idee e le proposte del centrosinistra per Cornaredo. Un occasione per discutere insieme del futuro prossimo della nostra città.

Appuntamento alla sala mostre della Filanda, in piazza Libertà a Cornaredo.

Trovate qui l’evento Facebook.

Dalla parte della legalità

Postato il Aggiornato il

avviso pubblicoIl contrasto alle mafie e all’illegalità deve essere una delle premesse all’agire di qualsiasi Amministrazione comunale. Ribadiamo con forza che la coalizione di centrosinistra non cercherà il sostegno di chi agisce nell’illegalità sul nostro territorio. Ci impegneremo invece per l’istituzione di un ufficio di contrasto alle mafie presso il Comune, con l’obiettivo di monitorare e impedire il dilagare di un tale fenomeno. Avvieremo progetti per la diffusione della cultura antimafia e per la sensibilizzazione della cittadinanza.

La coalizione si propone di promuovere delle iniziative specifiche nelle scuole e favorire l’organizzazione di eventi pubblici, la costituzione di percorsi antimafia nei parchi comunali per tenere sempre viva l’attenzione tra i cittadini nei confronti di un problema sempre più diffuso che non è più possibile sottovalutare.

Ci impegneremo ad aderire alla Carta di Pisa, il codice etico predisposto da Avviso Pubblico che impegna gli amministratori a comportamenti virtuosi e trasparenti nello svolgimento delle loro attività. In particolare, la Carta prevede il divieto per l’amministratore di ricevere regalie e doni, l’obbligo di rendicontare e motivare le decisioni discrezionali assunte e l’impegno di rispondere diligentemente ai cittadini circa le loro ragionevoli e legittime richieste riguardanti l’attività amministrativa quotidiana oltre che evitare qualunque situazione in conflitto d’interessa con l’attività amministrativa. Si tratta di un accordo tra l’amministratore e i suoi concittadini affinché le azioni del primo siano il più trasparenti possibili.

La massima trasparenza e l’onestà degli amministratori comunali sono requisiti troppo importanti per essere dati per scontati. Per questo motivo ci adopereremo attivamente, perché questi due valori vengano costantemente garantiti a tutti nostri concittadini e diventino patrimonio condiviso dell’Amministrazione comunale.