Il nuovo reddito di inclusione

Postato il Aggiornato il

Dal primo gennaio 2018 è prevista una nuova misura di contrasto alla povertà: il reddito di inclusione. Si tratta di una misura permanente prevista dal Governo  che dovrebbe interessare inizialmente circa 500 mila famiglie, in totale 1,8 milioni di persone. Dal primo luglio 2019 la misura diventerà universale, verranno eliminati alcuni paletti sui requisiti e si dovrebbero raggiungere circa 700.000 nuclei per oltre 2,3 milioni di persone.
A chi viene riconosciuto il ReI? Ai nuclei familiari con un ISEE sotto i 6.000 euro, anche proprietari di casa e nei quali i membri hanno una occupazione lavorativa. Per accedere al ReI bisogna aver vissuto in Italia per almeno due anni, si partirà con le famiglie che hanno almeno un minore, o una donna in stato di gravidanza, o disabili o persone over 55 disoccupate.
Il sussidio arriva al massimo a 187,5 euro per una persona sola, mentre il tetto complessivo è di 485 euro per un nucleo di 5 o più persone. Può durare al massimo 18 mesi e viene corrisposto per 12 mensilità. Devono trascorrere almeno 6 mesi dall’ultima erogazione prima di poterlo richiedere di nuovo (per un massimo di altri 12 mesi). Il sussidio sarà affiancato da un progetto personalizzato per l’uscita dallo stato di bisogno, l’obiettivo del ReI infatti non riguarda solo l’assistenza economica ma si cercherà di trovare una occupazione per la persona che effettua la richiesta. Qualora i componenti della famiglia non dovessero rispondere alle convocazioni inerenti il progetto, il sussidio potrà essere decurtato o sospeso.
Oggi è il primo giorno utile per presentare domanda e ottenere il ReI. La domanda può essere presentata presso i servizi sociali del Comune (qui tutte le informazioni presenti sul sito comunale) che entro 15 giorni manderanno le informazioni all’INPS. Una volta verificati i requisiti l’INPS (è l’istituto infatti che riconosce o meno il reddito) convocherà gli utenti per la firma del progetto personalizzato e successivamente verserà il contributo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...