Approvata la variante urbanistica “Campo pozzi”

Postato il Aggiornato il

Martedì il Consiglio comunale ha approvato la variante parziale del PGT relativa al “Campo Pozzi”. Nello specifico la variante urbanistica ha previsto la destinazione di un’area del nostro territorio ad impianto tecnologico, da PGT approvato nel 2013 l’area aveva una destinazione per stazione radio base.
Negli anni il sistema idrico è molto cambiato, se un tempo infatti (parliamo di 40-50 anni fa) i pozzi si costruivano nei centri abitati oggi si tende ad accorpare i luoghi di emungimento, prevedendoli lontano dai centri abitati per ridurre l’impatto delle strutture e anche creare minori disagi nelle manutenzioni.
Questo progetto presentato da CAP,  il gestore del servizio idrico nell’area metropolitana di Milano e una azienda completamente pubblica, viene proposto sul nostro territorio perché ci troviamo in un’area geologicamente forte, quindi su una falda ricca di acqua pura cui si può attingere senza necessità di ulteriori trattamenti. Come già detto, la falda non è un lago sotterraneo che si esaurisce ma è simile a un fiume che scorre sotto la pianura per poi finire nel mare. É una centrale che, con quattro pozzi, servirà in parte il comune di Cornaredo ma anche più di 20 comuni del nord-ovest Milano, proprio nell’ottica di avere una struttura a servizio di più comuni e un sistema idrico resiliente.
Sin dalla campagna elettorale sono a stato a favore di questo progetto (la sua attuazione era prevista nel programma elettorale con cui mi sono presentato) dopo aver chiesto, nel 2012 da consigliere comunale di minoranza, che il progetto preliminare fosse sottoposto a valutazione ambientale e strategica per fugare dubbi e perplessità.
Per questo abbiamo creato un percorso durato due anni coinvolgendo chi era contrario all’opera, non con l’intenzione di fare cambiare idea a qualcuno ma per rispondere a tutte le domande poste da associazioni o privati cittadini, cosa che tra l’altro stiamo ancora facendo. Oggi finalmente si arriva all’approvazione della variante urbanistica che anticipa la stipula della convenzione con CAP e un iter che porterà a un pozzo spia per aggiornare i dati in possesso del gestore e predisporre il progetto esecutivo che sarà analizzato dagli enti competenti quali Città metropolitana, ARPA e Parco Agricolo Sud Milano.
Del campo pozzi si parla dal 2001 e non si è mai riusciti ad arrivare alla conclusione di questo progetto. Con la variante urbanistica approvata invece prende avvio l’iter progettuale che porterà alla realizzazione del campo pozzi grazie a una politica capace di prendere le decisioni.
A questo link trovate tutte le informazioni sull’opera, con le domande e risposte presentate nel corso di questi anni mentre qui trovate alcune righe che scrissi su questo blog qualche tempo fa sempre sul campo pozzi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...