Mese: gennaio 2016

Bilancio partecipativo: chiusa la prima fase, pronti per la seconda

Postato il

La prima fase del bilancio partecipativo ha avuto un successo straordinario: 2.700 questionari raccolti in formato cartaceo o telematico. Quasi un centinaio di proposte suddivise sulle tre aree tematiche: lavori pubblici e ambiente, cultura e sport, sociale.
In questi giorni ogni ufficio sta valutando la fattibilità tecnica dei cinque progetti per ogni area per cui sono stati ricevuti più questionari e una volta superato il vaglio di fattibilità vi saranno cinque progetti per ogni ambito tra cui scegliere nella giornata della partecipazione aperta a tutti i cittadini.
Prima di quel giorno ci saranno momenti in cui verrà data la possibilità alle proposte che hanno avuto accesso alla seconda fase di essere presentate al pubblico in modo che i cittadini si potranno informare sui progetti da votare.
Anche se siamo al termine della prima fase è giusto ringraziare tutti coloro che si sono fatti coinvolgere in questo progetto: scuole, associazioni, società sportive, gruppi non organizzati ma che hanno condiviso lo stesso progetto e soprattutto chi ha avanzato la propria proposta per fare una segnalazione, stimolare e sensibilizzare l’amministrazione su di una proposta o evidenziare una criticità. In termini assoluti le proposte singole superano quelle condivise e nascondono aspetti mai considerati ma che è giusto approfondire o iniziative su cui ci stiamo già impegnando. Un esempio su tutti è il passaggio di tutta l’illuminazione pubblica alla tecnologia led, richiesta da molti dei cittadini che hanno presentato il questionario e sui cui stiamo lavorando per uscire con l’appalto entro l’anno.
Queste settimane serviranno anche a questo: raccontare quello che stiamo facendo e quello su cui stiamo lavorando.